Come nasce il nostro olio EVO

Noi di Brecce Rosse, ci dedichiamo al nostro lavoro con grande passione, cercando di dare il meglio in ogni fase della produzione del nostro olio evo. Il nostro frantoio, di ultima generazione ci permette di lavorare le olive nel modo migliore, monitorando tutto il processo produttivo, garantendo un basso impatto ambientale e ottenendo i più elevati risultati in termini di caratteristiche qualitative e organolettiche. Lo stoccaggio e l’imbottigliamento avvengono in locali dalla temperatura controllata in cisterne di acciaio inox.

Come nasce Brecce Rosse Olio Evo?

Ecco qui tutte le fasi dalla raccolta allo stoccaggio:

Trattate con cura durante la coltivazione e la raccolta, manuale o meccanizzata che sia; il raccolto avviene quando le olive iniziano l’invaiatura, ovvero quando iniziano a farsi nere o violacee.

Quando le olive arrivano al frantoio Brecce Rosse vengono collocate su un nastro trasportatore; per eliminare eventuali rami e foglie attaccati passano nel defogliatore, quindi in una lavatrice, che le lava con acqua potabile con insufflaggio d’aria per evitarne la rottura e consentendo che il terriccio si depositi sul fondo della vasca.

Le olive vengono trasferite nel frangitore a martelli, dove si trovano un martello a placchette in metallo duro e una griglia forata per la rottura delle sacche oleifere e la frantumazione calibrata del nocciolo.

Con una coclea inox la pasta viene trasferita dal frangitore alla quattro vasche di gramolazione, dalla capacità di 700 l l’una; è importante che la pasta non entri in contatto con l’aria perché si potrebbero innescare ossidazione e fermentazione, rovinando il prodotto finale; anche la temperatura viene controllata tramite apposite apparecchiature.

Una pompa trasferisce la pasta al decanter, l’estrattore centrifugo a tre uscite che separa la pasta in olio, sansa e acqua vegetale Non ci sono rifiuti nel nostro processo produttivo: la sansa viene lavorata per divenire energia sostenibile.

Torna in alto